UA-85227332-5

DATI COMMERCIALI IN TEMPO REALE

EURUSD

AZIONI DEI COMMERCIANTI IN TEMPO REALE

 

66% buy

 

34% sell

EURGBP

AZIONI DEI COMMERCIANTI IN TEMPO REALE

 

66% buy

 

34% sell

USDJPY

AZIONI DEI COMMERCIANTI IN TEMPO REALE

 

66% buy

 

34% sell

GBPUSD

AZIONI DEI COMMERCIANTI IN TEMPO REALE

 

66% buy

 

34% sell

APPLE

AZIONI DEI COMMERCIANTI IN TEMPO REALE

 

66% buy

 

34% sell

Google

AZIONI DEI COMMERCIANTI IN TEMPO REALE

 

66% buy

 

34% sell

Portfolio builder

Scopri il tipo di commercio che fa per te

Età
20 70+
Esperienza (anni)  
Nessuna 1-3 3-5 5+
Rischio  
Basso Medio Alto
Investimento
$500 $10,000

AGGIORNAMENTI NOTIZIE FINANZIARIE     

  • Dollaro su dopo la decisione di Kuroda sullo yen; attesi dati ZEW e britannici

    febbraio 19, 2019, 08:07

    Investing.com - Il dollaro è stabile contro l’euro e la sterlina negli scambi della mattinata europea di questo martedì ma sale contro lo yen dopo che il Governatore della Banca del Giappone Haruhiko Kuroda ha reso noto di voler intervenire per impedire che la valuta salga troppo.

    Alle 03:00 ET (08:00 GMT), il dollaro si attesta a 110,75 contro lo yen, su dal minimo precedente di 110,45.

    Rispondendo alle domande poste dai legislatori, Kuroda ha affermato che la BoJ potrebbe aumentare lo stimolo se un brusco rialzo dello yen danneggiasse l’economia e rendesse più difficile raggiungere l’obiettivo di inflazione al 2% della banca.

    Lo yen si è rafforzato alla fine dello scorso anno in quanto il crollo della propensione al rischio ha spinto i trader ad allentare le operazioni di carry trade basate sulla moneta nipponica. Ha passato la maggior parte del 2019 a cedere questi guadagni per poi risalire dopo i dati economici USA sorprendentemente deboli della scorsa settimana.

    In Europa, l’euro continua la sua ascesa sopra 1,13 nei primi scambi, in vista di una raffica di dati nei prossimi giorni che riveleranno se il rallentamento ha raggiunto il fondo o sta peggiorando. Il calendario economico di oggi prevede l’indice ZEW sul sentimento economico tedesco, atteso alle 5:00 ET (10:00 GMT).

    L’indice del dollaro, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di valute, si indebolisce sulla scia del rafforzamento dell’euro e si attesta a 96,672 alle 3:40 ET (8:40 GMT).

    La sterlina è pressoché invariata a 1,2929, in attesa del report mensile sull’occupazione che sarà pubblicato dall’Ufficio Nazionale di Statistica britannico alle 4:30 (9:30 GMT).

    Leggi tutto
  • Oro in salita, i trader attendono chiarimenti sui negoziati USA-Cina

    febbraio 19, 2019, 06:35

    Investing.com - Il prezzo del greggio sale, mentre il dollaro USA è pressoché invariato negli scambi asiatici di questo martedì; i trader attendono maggiori chiarimenti sulle trattative commerciali USA-Cina.

    Il contratto dei future dell’oro con consegna ad aprile, di riferimento, sulla divisione Comex del New York Mercantile Exchange sale dello 0,4% a 1.326,75 dollari alle 1:32 ET (06:32 GMT).

    Il metallo prezioso ha tratto vantaggio dal dollaro più debole la scorsa settimana, salendo al massimo di quasi 10 mesi di 1.328,00 dollari ieri.

    L’indice del dollaro USA si attesta a 96,752, pressoché invariato sulla giornata.

    Un dollaro debole di solito spinge l’oro, poiché ne aumenta l’appeal come investimento alternativo e rende le materie prime valutate in dollari più convenienti per i titolari di altre valute.

    I mercati seguiranno da vicino il prossimo round di trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina in programma a Washington questa settimana, mentre le due parti si affrettano a cercare di arrivare ad un’intesa per evitare gli aumenti dei dazi sui prodotti cinesi in programma il 1° marzo.

    Il Ministero per il Commercio ha reso noto questa mattina che il Vice-Premier cinese Liu He si recherà a Washington per un nuovo round di negoziati con gli Stati Uniti.

    Incontrerà il Segretario al Tesoro USA Steven Mnuchin e il Rappresentante per il Commercio Robert Lighthizer.

    Gli investitori si focalizzeranno anche sulla pubblicazione dei verbali dell’ultimo vertice della Federal Reserve di domani per avere maggiori dettagli sulle prospettive di politica monetaria nei prossimi mesi.

    La Fed ha lasciato i tassi invariati il mese scorso ed ha sorpreso i mercati adottando un tono più cauto sugli aumenti futuri, per via dell’inflazione sottotono e dei rischi in aumento per la crescita economica globale.

    Leggi tutto
  • Greggio misto, gli investitori attendono altre notizie sul commercio

    febbraio 19, 2019, 06:11

    Investing.com - Il prezzo del greggio è misto negli scambi asiatici di questo martedì, mentre i trader attendono altri sviluppi nel nuovo round di trattative commerciali USA-Cina che cominceranno nel corso della giornata.

    I future del greggio WTI salgono dello 0,4% a 56,22 dollari al barile alle 00:52 ET (05:52 GMT). I future del Brent, il riferimento internazionale, scendono dello 0,3% a 66,28 dollari.

    Ieri, i prezzi del greggio hanno segnato i massimi in tre mesi nelle speranze che Stati Uniti e Cina possano risolvere i loro attriti commerciali, dopo che sia il Presidente Donald Trump che il leader cinese Xi Jinping hanno riportato progressi nei negoziati tenuti a Pechino la scorsa settimana.

    Citando alcuni analisti, Reuters afferma che la lieve correzione al ribasso odierna è stata causata dai timori per lo stato di salute dell’economia globale quest’anno.

    Gli investitori continueranno a focalizzarsi sulle notizie relative ai commerci questa settimana, con il Vice Premier cinese Liu He che incontrerà il Rappresentante per il Commercio USA ed altri funzionari a Washington nei prossimi giorni.

    Il sentimento degli investitori è un po’ sottotono questo martedì in vista dei vertici, dopo che il governo cinese ha accusato gli Stati Uniti di aver “costruito una scusa per sopprimere il legittimo sviluppo” delle aziende cinesi.

    Il portavoce del Ministero degli Esteri cinese Geng Shuang ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno usando “mezzi politici” per interferire nell’attività economica ed ha definito tale pratica “un bullismo ipocrita, immorale ed ingiusto”.

    Malgrado il clima di cautela, i mercati del greggio globali sono stati supportati dall’inizio del 2019 dai tagli alle scorte operati dall’Organizzazione dei Paesi Esportatori di petrolio (OPEC) e dal principale esportatore, l’Arabia Saudita.

    L’Arabia Saudita ha tagliato la produzione a 10,2 milioni di barili a gennaio, contro il 10,3 milioni previsti. L’esportatore ha reso noto che intende ridurre la produzione di altri 400.000 barili a marzo.

    Leggi tutto
  • I futures del Greggio in ribasso durante la sessione Asiatica

    febbraio 19, 2019, 03:25

    I futures del Greggio sono in ribasso durante la sessione Asiatica di Martedì.

    Nel New York Mercantile Exchange, I futures del Greggio per Aprile sono scambiati a 56,17 dollari americani per barile, valore che scende di 0,34% al momento della scrittura.

    Scambiato in precedenza al prezzo più basso di dollari per barile, Il Greggio era previsto trovare supporto a 53,08 dollari e la resistenza a 56,73 dollari.

    Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é salito del 0,04% per essere scambiato a 96,700 dollari.

    Altrove su ICE, Il Petrolio Brent per la consegna di Aprile, é sceso di 0,47% per essere scambiato a 66,19 dollari per barile, mentre lo spread dei contratti tra Il Petrolio Brent e Il Greggio si attesta sui 10,02 dollari per barile.
    Leggi tutto
  • I futures del Gas Naturale in rialzo durante la sessione U.S.A.

    febbraio 18, 2019, 06:10

    I futures del Gas Naturale sono in rialzo durante la sessione U.S.A. di Lunedì.

    Nel New York Mercantile Exchange, I futures del Gas Naturale per Marzo sono scambiati a 2,630 dollari americani per un milione di British thermal units, valore che sale di 0,19% al momento della scrittura.

    Scambiato in precedenza al prezzo più alto di dollari per un milione di British thermal units, Il Gas Naturale era previsto trovare supporto a 2,543 dollari e la resistenza a 2,669 dollari.

    Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é sceso del 0,12% per essere scambiato a 96,620 dollari.

    Altrove su Nymex, Il Greggio, per la consegna di Aprile, é salito di 0,88% per essere scambiato a 56,47 dollari per barile mentre Il Gasolio, per la consegna di Marzo, é sceso di 0,00% per essere scambiato a 2,0204 dollari per gallone.
    Leggi tutto
  • Oro in salita verso un nuovo massimo di 10 mesi, giù il dollaro

    febbraio 18, 2019, 01:43

    Investing.com - Il prezzo dell’oro sale questo lunedì, avvicinandosi al livello migliore da aprile mentre il dollaro si indebolisce nella speranza che Stati Uniti e Cina raggiungano un accordo che metta fine al loro lungo scontro commerciale.

    Sul Comex, i future dell’oro vanno su di 2,25 dollari, o dello 0,2%, a 1.329,95 dollari l’oncia troy alle 8:40 ET (13:40 GMT), non lontano dal massimo di 10 mesi di 1.331,10 dollari.

    Intanto, l’oro spot si attesta a 1.326,91 dollari l’oncia, su di 5,50 dollari, o dello 0,4%.

    Non sono previsti scambi sul Comex quest’oggi per via del giorno dei Presidenti negli Stati Uniti, festa nota anche come il compleanno di Washington. Le transazioni elettroniche saranno registrate domani.

    L’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, scende dello 0,2% a 96,54, giù dal massimo del 2019 di 97,23 di venerdì.

    Un dollaro debole di solito spinge l’oro, poiché ne aumenta l’appeal come investimento alternativo e rende le materie prime valutate in dollari più convenienti per i titolari di altre valute.

    I mercati seguiranno da vicino il prossimo round di trattative commerciali tra Stati Uniti e Cina in programma a Washington questa settimana, mentre le due parti si affrettano ad arrivare ad un’intesa per evitare gli aumenti dei dazi sui prodotti cinesi in programma il 1° marzo.

    I dazi USA su 200 miliardi di dollari di importazioni dalla Cina saliranno infatti dal 10% al 25% se non verrà raggiunto un accordo entro il 1° marzo, ma il Presidente USA Donald Trump ha reso noto che potrebbe prorogare la scadenza se ci si avvicinasse ad un’intesa.

    Gli investitori si focalizzeranno anche sulla pubblicazione dei verbali dell’ultimo vertice della Federal Reserve di mercoledì per avere maggiori dettagli sulle prospettive di politica monetaria nei prossimi mesi.

    Dopo i quattro aumenti dei tassi da parte della Fed nel 2018, gli investitori ora si aspettano una pausa nell’inasprimento della politica monetaria quest’anno, mentre aumentano i rischi per l’economia statunitense.

    “Politiche monetarie più allentate sono in genere più favorevoli per l’oro, che è stato avvantaggiato da quando la Fed ha messo in pausa l’inasprimento”, spiega Nicholas Frappell, direttore generale globale di ABC Bullion.

    Sempre sul Comex, i future dell’argento salgono di 6,9 centesimi, o dello 0,4%, a 15,81 dollari l’oncia troy.

    Intanto, i future del palladio rimbalzano dell’1,6% al massimo storico di 1.430,45 dollari l’oncia.

    “Oltre ai problemi sul fronte delle forniture, il mercato si troverà anche in un considerevole deficit quest’anno … la possibilità di una domanda migliore del previsto da parte della Cina esacerberà questa tensione”, scrive l’analista di ANZ Daniel Hynes.

    -- Articolo realizzato con il contributo di Reuters

    Leggi tutto
  • Telecom corre ancora dopo Cdp al 10%. Attesa per il piano industriale

    febbraio 18, 2019, 10:39

    Investing.com - Prosegue il rally di Telecom Italia (MI:TLIT) che oggi arriva a toccare un +3%, proseguendo il rally di venerdì scorso quando aveva chiuso con un +6,40%.

    Gli acquisti erano stati attirati dalla notizia che Cassa e Depositi e Prestiti aveva autorizzato l’aumento della propria quota fino al 10%, raddoppiando così il 4,93% precedente. L’autorizzazione ha una durata di 12 mesi.

    Cdp, dunque, diventa terzo azionista dopo Vivendi (PA:VIV) (23,94%) e Elliott (9,55%) e secondo gli analisti potrebbe essere propedeutica all’integrazione della rete con quella di Open Fiber, di proprietà della Cassa al 50%.

    Secondo il Sole 24 Ore, inoltre, potrebbero raffreddarsi gli animi tra Vivendi e Elliott, con un accordo tra le parti che prevede un’integrazione del cda con 2 nuovi consiglieri per parte, oppure attraverso un rimpato/rinnovo del board.

    Intanto, per venerdì sono attesi i risultati trimestrali e annuali di Telecom Italia, congiuntamente al piano industriale 2019-2021 del gruppo, in esame nel cda il giorno precedente.

    Leggi tutto
  • Borse europee giù dal massimo di 4 mesi raggiunto grazie alla BCE

    febbraio 18, 2019, 09:32

    Investing.com - I mercati azionari europei sono al ribasso questo lunedì, faticando a superare il massimo di quattro mesi segnato venerdì nelle speranze di un intervento da parte della Banca Centrale Europea per rivitalizzare l’economia.

    Benoit Coeure, membro del direttivo della BCE, venerdì ha affermato che il rallentamento è stato più lungo e profondo del previsto e che la banca sta pensando ad un nuovo round di prestiti a lungo termine economici per il settore bancario. Questa notizia supporta ancora le banche spagnole e italiane questa mattina ma, per il resto del mercato, lo slancio ha perso forza.

    L’ottimismo per le trattative commerciali USA-Cina sembra essere stato annullato da una combinazione di dati USA deboli ed incertezza delle aziende, dovuti in parte alla minaccia del Presidente Donald Trump di imporre dazi sui prodotti europei.

    I titoli delle case automobilistiche continuano a soffrire sulla scia della notizia di Bloomberg secondo cui il Segretario al Commercio USA Wilbur Ross avrebbe inviato un report al Presidente Donald Trump per capire se i veicoli fabbricati all’estero rappresentino o meno un rischio per la sicurezza nazionale. Trump ha 90 giorni di tempo per rispondere ed altri 15 per intervenire. Il report della scorsa settimana dell’agenzia di ricerche tedesca Ifo ha reso noto che gli effetti dei dazi sulle esportazioni della Germania verso gli Stati Uniti sarebbero gravi.

    Alle 04:40 ET (09:40 GMT), l’indice Euro Stoxx 50 scende di 4,6 punti, o dello 0,1%, a 3.236,65.
    L’indice britannico FTSE 100 va giù dello 0,3%. La nota positiva è rappresentata dal gruppo di beni di consumo Reckitt Benckiser (LON:RB), schizzato del 4,7% dopo aver alzato il dividendo sulla scia di un miglioramento generale delle sue attività.

    La performance migliore negli scambi della mattinata europea è quella del fornitore di pagamenti Wirecard (DE:WDIG), che segna un’impennata del 12% dopo che il regolatore tedesco Bafin ha vietato lo short-selling sul titolo per due mesi. Wirecard è stato colpito da un paio di notizie del Financial Times a proposito di presunte manipolazioni di pratiche contabili nelle sue divisioni asiatiche. La compagnia ha smentito le notizie. Bafin non si è espresso sulla credibilità nella sua dichiarazione.

    “C’è il rischio che l’impatto esercitato sul prezzo del titolo di Wirecard AG in conseguenza dell’entrata o dell’uscita di posizioni short causi movimenti di prezzo eccessivi del prezzo del titolo, data l’importanza di questa compagnia per l’economia”, avrebbe affermato Bafin secondo quanto riportato da Reuters. Il titolo di Wirecard è comunque crollato del 30% dalla pubblicazione delle notizie da parte del FT.

    Leggi tutto
  • Bce, possibile nuovo sostegno al credito. Banche ancora in rally

    febbraio 18, 2019, 09:00

    Investing.com - Non si ferma la crescita dei titoli bancari con l’indice finanziario, il FTSE Italia All Share Banks che guadagna l’1,12%, sovraperformando il Ftse Mib, appena sopra la parità ad inizio settimana.

    In calo lo spread che scende a quota 266 punti con il rendimento del Btp a 10 anni al 2,78%.

    Giovedì sono attesi i verbali della riunione del direttivo e il bilancio 2018 della Banca centrale europea. In queste ore sono arrivate dichiarazioni circa la possibilità di una nuova edizione dle programma di rifinanziamento a più lungo termine, il programma TLTRO (Targeted Longer-Term Refinancing Operations).

    Benoit Coeurè, membro del consiglio della Bce, venerdì aveva definito “possibile” un nuovo round di prestiti a lungo, spiegando che la sua attivazione è in corso di studio. "Il rallentamento economico si sta rilevando più marcato del previsto", ha detto Coeure.

    Il nuovo piano, però, non “deve rappresentare un nuovo regalo alle banche, ma contribuisca a favorire il raggiungimento degli obiettivi di politica monetaria della Bce”, aveva spiegato Coeurè.

    Le possibilità che la Bce sostegna nuovamente il settore del credito sta portando acquisti sulle banche con Banca Piccolo Credito Valtellinese (MI:PCVI), Ubi Banca (MI:UBI), Unicredit (MI:CRDI) e Banco Bpm (MI:BAMI) che guadagnano oltre l’1%.

    Già nel corso di venerdì scorso, le dichiarazioni di Coeurè avevano spinto i titoli bancari e il Ftse Italia All Share Banks aveva chiuso con una crescita del 4%.

    Leggi tutto
  • Il prezzo del greggio sale tra le speranze per il commercio

    febbraio 18, 2019, 06:20

    Investing.com - Il prezzo del greggio è in salita negli scambi asiatici di questo lunedì, supportato dalle speranze che Stati Uniti e Cina riescano a risolvere i loro attriti commerciali dopo che entrambi hanno riportato dei progressi nelle ultime trattative conclusesi la scorsa settimana a Pechino.

    Il Presidente Donald Trump, in occasione di una conferenza stampa nel fine settimana, ha affermato che le trattative stanno “andando davvero bene” e che Washington è più vicina che mai a “raggiungere un vero accordo commerciale” con Pechino.

    Il Presidente ha aggiunto che rimuoverebbe i dazi se si dovesse arrivare ad un’intesa.

    Positivo anche il Presidente cinese Xi Jinping, secondo cui l’ultimo round di trattative ha permesso di “compiere importanti progressi su un altro punto”, in base a quanto riporta la cinese Xinhua News Agency.

    I trader aspettano di vedere se ci saranno altre notizie in vista della scadenza del 1° marzo per i nuovi dazi, mentre i due principali consumatori mondiali di greggio proseguono le trattative a Washington questa settimana.

    I timori per la domanda energetica potrebbero allentarsi se le due parti riuscissero ad arrivare ad un accordo che metta fine allo scontro commerciale.

    I future del greggio WTI salgono dello 0,6% a 56,31 alle 1:16 ET (06:16 GMT).

    I future del Brent, il riferimento internazionale, vanno su dello 0,4% a 66,50 dollari.

    Dopo aver chiuso il 2018 in caduta libera, i prezzi del greggio sono schizzati di quasi il 23% a inizio anno, incoraggiati dagli sforzi dei produttori globali di tagliare la produzione.

    A dicembre, l’OPEC e un gruppo di 10 produttori non facenti parte del cartello e con a capo la Russia hanno deciso di tagliare la produzione per un totale di 1,2 milioni di barili al giorno nei primi sei mesi del 2019.

    Il principale esportatore e leader di fatto dell’OPEC, l’Arabia Saudita, ha di recente promesso di ridurre la sua produzione molto di più rispetto alla sua quota prevista dall’accordo.

    Mercoledì, l’American Petroleum Institute pubblicherà i dati settimanali sulle scorte di greggio USA. I dati vengono pubblicati con un giorno di ritardo per via della festa celebrata oggi negli Stati Uniti.

    Leggi tutto
  • La coppia USD/JPY su durante la sessione Asiatica

    febbraio 18, 2019, 04:40

    Il valore del Dollaro Americano é stato più alto rispetto allo Yen Giapponese lunedì.

    La coppia USD/JPY é scambiata a 110,52, su di 0,03% al momento della scrittura.

    La coppia é arrivata a trovare supporto a 110,25, il piú basso di venerdì, e resistenza a 111,13, la piú alta di giovedì.

    Nel frattempo il valore del Dollaro Americano é stato giù rispetto all'Euro e alla Sterlina Inglese, con la coppia EUR/USD che guadagna 0,19% per toccare 1,1315 e la coppia GBP/USD che sale di 0,20% per toccare 1,2914.
    Leggi tutto
  • L'Ethereum in rally e cresce del 10%

    febbraio 18, 2019, 02:48

    Investing.com - L'Ethereum era scambiato a $137,13 alle 03:48 (02:48 GMT) sul Investing.com Index in questo Lunedì, con una crescita del 10,05% giornaliero. Si tratta della più grande crescita percentuale in un solo giorno dal 8 Febbraio.

    Il balzo spinge la capitalizzazione di mercato dell'Ethereum fino a $14,24B, arrivando così a quota 11,40% del totale del mercato delle criptovalute. Ai suoi massimi, il mercato dell'Ethereum aveva toccato il picco di $135,58B.

    Nelle precedenti 24 ore, l'Ethereum era scambiato in un range compreso tra $132,93 e $137,36.

    Negli ultimi sette giorni, l'Ethereum aveva visto una in aumento del suo valore con una guadagno. Il volume dell'Ethereum scambiato nelle ultime 24 ore, al momento della scrittura, arriva a $4,55B, rappresentando il 18,56% del totale del volume di tutte le criptovalute. Era stato scambiato all'interno di un range tra $119,2816 e $137,3619 negli ultimi 7 giorni.

    Al suo prezzo attuale, l'Ethereum è ancora inferiore del 90,36% dal suo massimo storico di $1.423,20 toccato il 13 Gennaio 2018.

    Intanto nel mercato delle criptovalute

    Bitcoin quotato a $3.712,7 nel Investing.com Index, in crescita del 2,33%.

    XRP scambiato a $0,30720 nel Investing.com Index, in crescita del 1,79%.

    La capitalizzazione di mercato del Bitcoin era di $65,20B, rappresentando il 52,20% del totale di tutte le criptovalute, mentre quella della criptomoneta XRP ha raggiunto quota $12,63B e il 10,11% del totale.

    Leggi tutto
  • La coppia USD/JPY su durante la sessione Asiatica

    febbraio 17, 2019, 10:15

    Il valore del Dollaro Americano é stato più alto rispetto allo Yen Giapponese domenica.

    La coppia USD/JPY é scambiata a 110,48, su di 0,001% al momento della scrittura.

    La coppia é arrivata a trovare supporto a 110,25, il piú basso di venerdì, e resistenza a 111,13, la piú alta di giovedì.

    Nel frattempo il valore del Dollaro Americano é stato giù rispetto all'Euro e alla Sterlina Inglese, con la coppia EUR/USD che guadagna 0,001% per toccare 1,1294 e la coppia GBP/USD che sale di 0,12% per toccare 1,2905.
    Leggi tutto
  • L'XRP scende sotto quota 0,29914, in calo del 1%

    febbraio 17, 2019, 06:45

    Investing.com - L'XRP scende sotto il livello di $0,29914 in questo Domenica. L'XRP era scambiata a 0,29914 alle 19:45 (18:45 GMT) sul Investing.com Index, in calo del 1,03% a livello giornaliero. Si tratta della maggiore perdita giornaliera dal 11 Febbraio.

    Il calo porta la capitalizzazione di mercato dell'XRP a $12,42079B, rappresentando il 10,20% del totale delle criptovalute. Ai suoi massimi, la capitalizzazione di mercato dell'XRP aveva raggiunto quota $79,53400B.

    L'XRP era scambiato all'interno di un range compreso tra $0,29914 e $0,30754 nel corso delle precedenti 24 ore.

    Durante gli ultimi 7 giorni, il valore dell'XRP era vista frenata, evidenziando una cambio del 1,2%. Il volume di scambio dell'XRP nel corso delle ultime 24 ore, era al momento della scrittura di $396,99520M, corrispondente al 1,91% del volume totale delle criptovalute. Gli scambi si mantenevano all'interno di un range compreso tra $0,2980 e $0,3133 durante gli ultimi sette giorni.

    Al suo prezzo attuale, l'XRP è ancora inferiore del 90,91% dal suo massimo storico di $3,29 toccato il 4 Gennaio 2018.

    Altrove nel mercato delle criptovalute

    Bitcoin scambiato a $3.612,6 sul Investing.com Index, in calo del 0,38% su base giornaliera.

    Ethereum quotato a $127,32 sul Investing.com Index, in crescita del 3,43%.

    La capitalizzazione di mercato della moneta digitale Bitcoin era $63,77139B, corrispondente al 52,38% del totale delle criptovalute, mentre il totale di mercato della moneta Ethereum toccava $13,45024B, corrispondente al 11,05% del valore di tutte le valute digitali.

    Leggi tutto
  • Calendario economico - le cinque cose da seguire questa settimana

    febbraio 17, 2019, 10:46

    Investing.com – Nella settimana che sta per iniziare i mercati attenderanno con ansia gli sviluppi delle trattative USA-Cina che si svolgeranno a Washington, alla ricerca di un accordo che possa evitare l’aumento dei dazi sulle importazioni dalla Cina a partire dal 1° marzo.

    L’attenzione dei mercati finanziari globali sarà rivolta anche ai verbali della Federal Reserve che saranno rilasciati mercoledì, alla ricerca di indicazioni sul futuro della politica monetaria nei prossimi mesi.

    Per quanto riguarda i dati, gli operatori attenderanno il report sugli ordinativi di beni durevoli che potrebbe dare indicazioni sulla forza dell’economia.

    Questa settimana sono attesi i report sugli utili di 46 aziende dell’indice S&P 500, il più atteso è quello di Walmart (NYSE:WMT).

    Lunedì i mercati USA saranno chiusi per il President’s Day, il giorno che celebra l’anniversario della nascita di Washington.

    In Europa i riflettori saranno accesi sui report PMI relativi al settore manifatturiero e terziario, che potrebbero fornire indicazioni sul modo in cui l’economia della regione sta reagendo ai conflitti commerciali e al caos della Brexit.

    In vista della prossima settimana, Investing.com ha compilato una lista dei cinque principali eventi che potrebbero influenzare i mercati.

    1. Dialoghi tra USA e Cina

    Il Responsabile dei rapporti commerciali degli USA Robert Lighthizer e il vice premier e responsabile dei negoziati, Liu He, terranno il prossimo ciclo di trattative commerciali USA-Cina questa settimana a Washington.

    Entrambe le parti parlano di progressi fatti la scorsa settimana nei cinque giorni di negoziati a Pechino, ma la Casa Bianca ha aggiunto che resta molto da fare per trovare un accordo prima della scadenza del 1° marzo.

    Sabato, dopo aver incontrato la squadra che sta portando avanti le trattative presso il suo club di Mar-a-Lago club in Florida, il Presidente Donald Trump ha scritto su Twitter che i dialoghi di Pechino sono stati “molto producenti”.

    I dazi su beni importati dalla Cina per un valore di 200 miliardi di dollari dovrebbero salire dal 10% al 25% se non verrà trovato un accordo entro il 1° marzo, ma Trump ha dichiarato che la scadenza potrebbe essere rinviata se la possibilità di un accordo dovesse farsi più concreta.

    2. Verbali del vertice della Federal Reserve

    La Federal Reserve rilascerà i verbali dell’ultimo vertice mercoledì alle 2:00PM ET (19:00GMT).

    La banca centrale statunitense ha lasciato invariati i tassi in conclusione al vertice del 30 gennaio, mostrandosi più cauta verso ulteriori aumenti dei tassi.

    La banca ha aggiunto che “alla luce degli sviluppi economici e finanziari” potrebbe intervenire sulla riduzione del foglio di bilancio.

    Nel corso della settimana sono attesi degli interventi da alcuni membri autorevoli della Fed.

    La Presidente della Federal Reserve di Cleveland Loretta Mester, il Presidente della Fed di Atlanta Fed Raphael Bostic, il Presidente della Fed di New York John Williams (NYSE:WMB), la Presidente della Fed di San Francisco Mary Daly, il Presidente della Fed di Philadelphia Patrick Harker, il Presidente della Fed di St. Louis James Bullard, il Vice Presidente della Fed Richard Clarida ed il il Governtore della Fed Randal Quarles rilasceranno tutti delle dichiarazioni questa settimana.

    Dopo aver alzato i tassi per quattro volte nel 2018 gli investitori prevedono uno stop dell’inasprimento della politica monetaria quest’anno, visto il rischio per l’economia USA.

    3. Ordinativi di beni durevoli USA

    Il Dipartimento per il Commercio pubblicherà i dati sugli ordinativi di beni durevoli di ottobre alle 8:30 ET (13:30 GMT) di giovedì.

    È previsto un aumento dello 0,8% per il mese scorso. Gli ordinativi core dovrebbero essere saliti dello 0,2%.

    Oltre al report sugli ordinativi di beni durevoli, il calendario economico piuttosto leggero di questa settimana prevede anche i dati USA sulle vendite di case nuove ed esistenti, sulle nuove richieste di sussidio di disoccupazione e i dati PMI preliminari sul settore manifatturiero e dei servizi. Atteso anche il sondaggio sull’attività del settore manifatturiero nell’area di Philadelphia.

    4. Utili di Walmart

    Walmart (NYSE:WMT) è uno dei nomi più attesi questa settimana, mentre questa tornata di utili trimestrali si avvia alla conclusione.

    Per il gigante della distribuzione è atteso un utile per azione di 1,33 dollari, su profitti da 138,81 miliardi di dollari, secondo gli analisti intervistati da Investing.com.

    Le vendite presso i punti vendita sono previste in salita del 3,0%.

    In settimana sono attesi anche gli utili di CVS Health (NYSE:CVS), Kraft Heinz (NASDAQ:KHC), Domino's Pizza (OTC:DMZPY), Wendy’s (NASDAQ:WEN), Dropbox (NASDAQ:DBX), Trade Desk (NASDAQ:TTD), Roku (NASDAQ:ROKU), Medtronic (NYSE:MDT), Herbalife (NYSE:HLF), Intelsat (NYSE:I), Baidu (NASDAQ:BIDU), iQIYI (NASDAQ:IQ), e Wayfair (NYSE:W).

    5. Dati PMI preliminari della zona euro

    L’indice composito dei direttori acquisti della zona euro (PMI) è atteso per giovedì alle 0900GMT (4:00AM ET), nelle aspettative di un calo a 50,8.

    L’indice misura la produzione composita dei settori manifatturiero e dei servizi, ed è considerato un buon indicatore dell’attività economica.

    Francia e Germania rilasceranno i loro report PMI rispettivamente alle 0815GMT e 0830GMT.

    La BCE riconosciuto il mese scorso che la crescita in Europa potrebbe essere minore del previsto; tuttavia ha confermato l’intenzione di alzare i tassi quest’anno per la prima volta in 10 anni.

    -- Articolo realizzato con il contributo di Reuters

    Leggi tutto
  • La coppia USD/JPY giù alla fine della sessione U.S.A.

    febbraio 15, 2019, 09:00

    Il valore del Dollaro Americano é stato più basso rispetto allo Yen Giapponese venerdì.

    La coppia USD/JPY é scambiata a 110,40, giù di 0,06% al momento della scrittura.

    La coppia é arrivata a trovare supporto a 109,69, il piú basso di lunedì, e resistenza a 111,13, la piú alta di giovedì.

    Nel frattempo il valore del Dollaro Americano é stato giù rispetto all'Euro e alla Sterlina Inglese, con la coppia EUR/USD che guadagna 0,01% per toccare 1,1300 e la coppia GBP/USD che sale di 0,64% per toccare 1,2893.
    Leggi tutto
  • La coppia EUR/USD su alla fine della sessione U.S.A.

    febbraio 15, 2019, 09:00

    Il valore dell'Euro é stato più alto rispetto al Dollaro Americano venerdì.

    La coppia EUR/USD é scambiata a 1,1300, su di 0,01% al momento della scrittura.

    La coppia é arrivata a trovare supporto a 1,1235, il piú basso di oggi, e resistenza a 1,1346, la piú alta di mercoledì.

    Nel frattempo il valore dell'Euro é stato giù rispetto alla Sterlina Inglese e su rispetto allo Yen Giapponese, con la coppia EUR/GBP che perde 0,56% per toccare 0,8765 e la coppia EUR/JPY che sale di 0,001% per toccare 124,76.
    Leggi tutto
  • Airbus Group, ricavi trimestrali battono previsioni

    febbraio 15, 2019, 04:14

    Investing.com - Airbus Group (PA:AIR) ha rilasciato gli utili del quarto trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

    Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €2,78 con i ricavi che sono arrivati a €23,29B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €1,97 e un ricavo di €22,73B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €1,32 con ricavi di €23,81B dello stesso periodo precedente 2,78 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €1,23 e i ricavi di €15,45B nel trimestre precedente.

    Airbus Group resta in linea con le aziende principali del settore nel corso di questo mese

    Il Venerdì, Linde PLC ha rilasciato gli utili per azione del quarto trimestre, che sono risultati essere di €0,89, e i ricavi comunicati sono di €6,32B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €0,89 mentre i ricavi sono risultati di €6,31B.

    Gli utili di .

    Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

    Leggi tutto
  • Puma SE, ricavi trimestrali battono previsioni

    febbraio 15, 2019, 04:10

    Investing.com - Puma SE ha rilasciato gli utili del quarto trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

    Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €1,05 con i ricavi che sono arrivati a €1,23B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €0,89 e un ricavo di €1,17B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €0,14 con ricavi di €2,16B dello stesso periodo precedente 1,05 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €5,18 e i ricavi di €1,24B nel trimestre precedente.

    Puma SE resta in linea con le aziende principali del settore Consumi Ciclici nel corso di questo mese

    Il 6 Febbraio, Daimler ha rilasciato gli utili per azione del quarto trimestre, che sono risultati essere di €1,46, e i ricavi comunicati sono di €46,61B, con le previsioni che si aspettavano EPS per €1,61 mentre i ricavi sono risultati di €46,05B.

    Gli utili di .

    Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

    Leggi tutto
  • Commerzbank, ricavi trimestrali battono previsioni

    febbraio 15, 2019, 04:06

    Investing.com - Commerzbank ha rilasciato gli utili del quarto trimestre che hanno battuto le previsioni degli analisti in questo Giovedì, con i ricavi che mancano le previsioni degli esperti.

    Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €0,17 con i ricavi che sono arrivati a €2,15B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €0,10 e un ricavo di €2,05B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €0,07 con ricavi di €4,95B dello stesso periodo precedente 0,17 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €0,17 e i ricavi di €2,18B nel trimestre precedente.

    Nel corso di quest'anno, le azioni Commerzbank sono in crescita del 15%, sovraperformando il STOXX 600, il quale prosegue in crescita del 9% fino al momento della scrittura.

    Commerzbank resta in linea con le aziende principali del settore Finanziario nel corso di questo mese

    Il Mercoledì, Deutsche Borse ha rilasciato gli utili per azione del quarto trimestre, che sono risultati essere di €1,25, e i ricavi comunicati sono di €740,2M, con le previsioni che si aspettavano EPS per €1,27 mentre i ricavi sono risultati di €707,21M.

    Gli utili di Deutsche Bank rilasciati il 1 Febbraio, hanno mancato le aspettative degli analisti, con gli EPS del quarto trimestre arrivati a €-0,20, e i ricavi arrivati a €5,55B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €-0,07, mentre i ricavi sono risultati essere di €5,67B.

    Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

    Leggi tutto
  • Allianz, ricavi trimestrali mancano previsioni

    febbraio 15, 2019, 03:00

    Investing.com - Allianz (DE:ALVG) ha rilasciato gli utili del quarto trimestre che hanno mancato le previsioni degli analisti in questo Venerdì, con i ricavi che appena sotto le previsioni degli esperti.

    Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato €3,93 con i ricavi che sono arrivati a €32,7B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di €4,03 e un ricavo di €32,88B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a €3,24 con ricavi di €31,7B dello stesso periodo precedente 3,93 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di €4,54 e i ricavi di €30,5B nel trimestre precedente.

    Le azioni Allianz hanno visto un guadagno del 2,91% con il prezzo a €189,56 nel corso del mercato intraday del giorno successivo al report.

    Nel corso di quest'anno, le azioni Allianz sono in crescita del 8%, in linea con il Euro Stoxx 50, il quale prosegue in crescita del 8% fino al momento della scrittura.

    Allianz resta in linea con le aziende principali del settore Finanziario nel corso di questo mese

    Il Mercoledì, Deutsche Borse ha rilasciato gli utili per azione del quarto trimestre, che sono risultati essere di €1,25, e i ricavi comunicati sono di €740,2M, con le previsioni che si aspettavano EPS per €1,27 mentre i ricavi sono risultati di €707,21M.

    Gli utili di Deutsche Bank rilasciati il 1 Febbraio, hanno mancato le aspettative degli analisti, con gli EPS del quarto trimestre arrivati a €-0,20, e i ricavi arrivati a €5,55B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a €-0,07, mentre i ricavi sono risultati essere di €5,67B.

    Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

    Leggi tutto
  • NVIDIA schizza nei premarket; su Pepsi, in calo Applied Materials, Oracle

    febbraio 15, 2019, 01:12

    Investing.com - Titoli azionari sotto i riflettori negli scambi pre-market di questo venerdì:

    Il titolo di NVIDIA (NASDAQ:NVDA) segna un’impennata del 6,22% alle 8:06 ET (13:06 GMT) dopo aver previsto vendite migliori delle attese sull’attuale anno fiscale.

    Applied Materials (NASDAQ:AMAT) crolla dell’1,77%: la compagnia ha previsto profitti del secondo trimestre e ricavi inferiori alle aspettative dei mercati.

    PepsiCo (NASDAQ:PEP) rimbalza del 2,36%: l’aumento del dividendo sembra aver fatto passare in secondo piano le previsioni di un calo dei profitti per quest’anno.

    Il titolo di Deere (NYSE:DE) cola a picco con -4,5% sulla scia dei profitti trimestrali che hanno deluso le attese in quanto i coltivatori hanno rinviato gli acquisti di macchinari in un clima di incertezza per i commerci con la Cina.

    CBS (NYSE:CBS) crolla del 2,04%, i risultati trimestrali hanno deluso le aspettative.

    Il titolo di Caesars Entertainment (NASDAQ:CZR) sale alle stelle con +6,38% dopo che il Wall Street Journal ha riportato che l’investitore attivista Carl Icahn intende insistere con la direzione per una vendita.

    Oracle (NYSE:ORCL) registra -1,07%: la Berkshire Hathaway (NYSE:BRKa) di Warren Buffett ha informato la U.S. Security and Exchange Commission di aver venduto l’intera partecipazione nella compagnia. La compagnia di Buffett ha inoltre ridotto la partecipazione in Apple (NASDAQ:AAPL).

    Newell Brands (NASDAQ:NWL) registra un sonoro tonfo del 7,01% a causa delle previsioni su utili e vendite deludenti.

    Il titolo di Truecar (NASDAQ:TRUE) cola a picco con ben -19,92%: la compagnia ha riportato risultati trimestrali peggiori del previsto ed ha fornito previsioni deboli.

    Achaogen (NASDAQ:AKAO) è in caduta libera con -37,11% dopo aver proposto un’offerta pubblica secondaria delle sue azioni ordinarie.

    Leggi tutto
  • Canopy Growth, ricavi trimestrali mancano previsioni

    febbraio 15, 2019, 12:19

    Investing.com - Canopy Growth ha rilasciato gli utili del terzo trimestre che hanno mancato le previsioni degli analisti in questo Venerdì, con i ricavi che appena sotto le previsioni degli esperti.

    Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato C$-0,77 con i ricavi che sono arrivati a C$83,05M. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di C$-0,15 e un ricavo di C$87,58M. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a C$0,01 con ricavi di C$21,7M dello stesso periodo precedente -0,77 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di C$-0,89 e i ricavi di C$23,33M nel trimestre precedente.

    Nel corso di quest'anno, le azioni Canopy Growth sono in crescita del 67%, sovraperformando il S&P/TSX, il quale prosegue in crescita del 10% fino al momento della scrittura.

    Canopy Growth resta in linea con le aziende principali del settore Sanità nel corso di questo mese

    Il Martedì, Aurora Cannabis ha rilasciato gli utili per azione del secondo trimestre, che sono risultati essere di C$-0,15, e i ricavi comunicati sono di C$54,18M, con le previsioni che si aspettavano EPS per C$-0,05 mentre i ricavi sono risultati di C$54,56M.

    Gli utili di OrganiGram Holdings Inc rilasciati il 28 Gennaio, hanno battuto le aspettative degli analisti, con gli EPS del primo trimestre arrivati a C$0,20, e i ricavi arrivati a C$12,44M. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a C$0,05, mentre i ricavi sono risultati essere di C$13,94M.

    Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

    Leggi tutto
  • PepsiCo, ricavi trimestrali in linea con previsioni

    febbraio 15, 2019, 11:03

    Investing.com - PepsiCo ha rilasciato gli utili del quarto trimestre che sono risultati in linea con le previsioni degli analisti in questo Venerdì, con i ricavi che in linea le previsioni degli esperti.

    Il gruppo ha rilasciato anche gli utili per azione, che hanno toccato $1,49 con i ricavi che sono arrivati a $19,52B. Gli analisti interrogati da Investing.com si attendevano un utile per azione di $1,49 e un ricavo di $19,52B. Il confronto viene fatto con gli EPS del trimestre precedente, arrivati a $1,31 con ricavi di $19,53B dello stesso periodo precedente 1,49 . Gli utili per azione riportati dall'azienda erano di $1,59 e i ricavi di $16,49B nel trimestre precedente.

    Nel corso di quest'anno, le azioni PepsiCo sono in crescita del 1.91%, sottoperformando il S&P 500, il quale prosegue in crescita del 10% fino al momento della scrittura.

    PepsiCo resta in linea con le aziende principali del settore Consumi non Ciclici nel corso di questo mese

    Il 23 Gennaio, Procter&Gamble ha rilasciato gli utili per azione del secondo trimestre, che sono risultati essere di $1,25, e i ricavi comunicati sono di $17,44B, con le previsioni che si aspettavano EPS per $1,21 mentre i ricavi sono risultati di $17,16B.

    Gli utili di Coca-Cola rilasciati il Giovedì, sono risultati in linea con le aspettative degli analisti, con gli EPS del quarto trimestre arrivati a $0,43, e i ricavi arrivati a $7,1B. Gli analisti interrogati da Investing.com si aspettavano che gli utili per azione arrivassero a $0,43, mentre i ricavi sono risultati essere di $7,06B.

    Segui quali aziende sono attese dai dati trimestrali nel calendario economico degli utili di Investing.com.

    Leggi tutto
  • Le vendite al dettaglio britanniche salgono dell’1% a gennaio

    febbraio 15, 2019, 09:36

    Investing.com - Le vendite al dettaglio nel Regno Unito sono balzate dell’1% a gennaio, i consumatori si sono lasciati alle spalle l’incertezza per i piani di uscita del paese dall’Unione Europea, prevista a fine marzo, ed hanno approfittato delle vendite post-festive.

    Le vendite al dettaglio hanno registrato +1% a gennaio e +4,2% rispetto all’anno scorso, secondo quanto reso noto questa mattina dall’Ufficio Nazionale di Statistica britannico. Il mese precedente era stato registrato un calo dello 0,7%, rivisto al rialzo da una lettura di -0,9%.

    Gli economisti intervistati da Investing.com si aspettavano una lettura dello 0,2% sul mese ed un rimbalzo del 3,4% su base annua.

    “Le quantità acquistate nei negozi tessili, di abbigliamento e di calzature mostrano una forte crescita annua del 5,5%, con i negozi che hanno approfittato delle vendite di gennaio, con un calo annuo dei prezzi dello 0,9%”, si legge nel comunicato stampa dell’ONS.

    Le vendite al dettaglio core, che escludono le vendite di automobili e benzina, sono salite dell’1,2% a gennaio e del 4,1% su base annua.

    Leggi tutto
  • I futures del Gas Naturale in rialzo durante la sessione Europea

    febbraio 15, 2019, 09:00

    I futures del Gas Naturale sono in rialzo durante la sessione Europea di Venerdì.

    Nel New York Mercantile Exchange, I futures del Gas Naturale per Marzo sono scambiati a 2,583 dollari americani per un milione di British thermal units, valore che sale di 0,39% al momento della scrittura.

    Scambiato in precedenza al prezzo più alto di dollari per un milione di British thermal units, Il Gas Naturale era previsto trovare supporto a 2,543 dollari e la resistenza a 2,744 dollari.

    Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é salito del 0,16% per essere scambiato a 96,963 dollari.

    Altrove su Nymex, Il Greggio, per la consegna di Marzo, é sceso di 0,00% per essere scambiato a 54,41 dollari per barile mentre Il Gasolio, per la consegna di Marzo, é salito di 0,29% per essere scambiato a 1,9773 dollari per gallone.
    Leggi tutto
  • Oro e dollaro in salita sulla scia dei dati deboli di USA e Cina

    febbraio 15, 2019, 06:39

    Investing.com - L’oro e il dollaro, entrambi considerati asset rifugio in questo periodo, segnano un rialzo negli scambi asiatici di questo venerdì, in seguito alla pubblicazione dei dati deboli sulle vendite al dettaglio USA e sull’inflazione cinese.

    Il contratto dei future dell’oro con consegna ad aprile, di riferimento, sulla divisione Comex del New York Mercantile Exchange sale di 2,75 dollari, o dello 0,2%, a 1.316,65 dollari l’oncia.

    L’appeal del metallo prezioso come investimento rifugio è aumentato quando il Dipartimento per il Commercio USA ha reso noto che le vendite al dettaglio sono crollate dell’1,2% a dicembre. Gli economisti si aspettavano un aumento dello 0,1% sul periodo.

    In Asia, l’indice sui prezzi al consumo (IPC) e l’indice sui prezzi alla produzione (IPP) hanno deluso le aspettative, secondo quanto reso noto dall’Ufficio Nazionale di Statistica cinese questa mattina, pesando ulteriormente sul sentimento degli investitori.

    Nel frattempo, la notizia che Cina e Stati Uniti non hanno compiuto molto progressi nelle trattative commerciali ha contribuito ad incoraggiare il metallo giallo.

    La propensione al rischio è migliorata temporaneamente all’inizio della settimana, sulla scia della notizia che il Presidente USA Donald Trump potrebbe prendere in considerazione l’idea di una proroga di 60 giorni della scadenza del 1° marzo entro cui la Cina dovrà raggiungere un accordo con gli Stati Uniti.

    Il prezzo dell’oro ha visto un’impennata di oltre il 12% dopo aver toccato il minimo di oltre un anno e mezzo a metà agosto, soprattutto grazie alle aspettative di una pausa negli aumenti dei tassi della Federal Reserve. Ma la corsa dell’oro ha perso forza dal mese scorso, quando i future hanno toccato il picco al massimo del 2019 di 1.331,10 dollari.

    I tassi più bassi sono svantaggiosi per gli asset con interesse come il dollaro ma favoriscono le materie prime come l’oro che offrono una riserva di valore agli investitori.

    L’indice del dollaro USA, che replica l’andamento del biglietto verde contro un paniere di altre sei principali valute, sale dello 0,01% a 96,885.

    Leggi tutto
  • La coppia EUR/USD giù durante la sessione Asiatica

    febbraio 15, 2019, 05:55

    Il valore dell'Euro é stato più basso rispetto al Dollaro Americano venerdì.

    La coppia EUR/USD é scambiata a 1,1285, giù di 0,12% al momento della scrittura.

    La coppia é arrivata a trovare supporto a 1,1250, il piú basso di giovedì, e resistenza a 1,1346, la piú alta di mercoledì.

    Nel frattempo il valore dell'Euro é stato su rispetto alla Sterlina Inglese e giù rispetto allo Yen Giapponese, con la coppia EUR/GBP che guadagna 0,03% per toccare 0,8817 e la coppia EUR/JPY che scende di 0,20% per toccare 124,50.
    Leggi tutto
  • I futures del Greggio in rialzo durante la sessione Asiatica

    febbraio 15, 2019, 03:00

    I futures del Greggio sono in rialzo durante la sessione Asiatica di Venerdì.

    Nel New York Mercantile Exchange, I futures del Greggio per Marzo sono scambiati a 54,57 dollari americani per barile, valore che sale di 0,29% al momento della scrittura.

    Scambiato in precedenza al prezzo più alto di dollari per barile, Il Greggio era previsto trovare supporto a 51,23 dollari e la resistenza a 54,92 dollari.

    Future Indice del Dollaro, che traccia i risultati del dollaro americano in un paniere di altre sei maggiori valute, é salito del 0,03% per essere scambiato a 96,885 dollari.

    Altrove su ICE, Il Petrolio Brent per la consegna di Aprile, é salito di 0,17% per essere scambiato a 64,74 dollari per barile, mentre lo spread dei contratti tra Il Petrolio Brent e Il Greggio si attesta sui 10,17 dollari per barile.
    Leggi tutto
  • La coppia USD/JPY su durante la sessione Asiatica

    febbraio 15, 2019, 12:25

    Il valore del Dollaro Americano é stato più alto rispetto allo Yen Giapponese venerdì.

    La coppia USD/JPY é scambiata a 110,47, su di 0,001% al momento della scrittura.

    La coppia é arrivata a trovare supporto a 109,69, il piú basso di lunedì, e resistenza a 111,13, la piú alta di giovedì.

    Nel frattempo il valore del Dollaro Americano é stato su rispetto all'Euro e alla Sterlina Inglese, con la coppia EUR/USD che perde 0,04% per toccare 1,1294 e la coppia GBP/USD che scende di 0,11% per toccare 1,2797.
    Leggi tutto

PROFITTO MOBILE

Scarica Ora

iphone.png

SCEGLI IL TUO PIANO E UNISCITI A NOI

★★

INTRODUZIONE

Massimizza la potenza del commercio online

entry-level.png
INIZIA ORA
★★

AVANZATO

Strumenti avanzati per commercianti esperti

advanced-level.png
INIZIA ORA
★★★

PROFESSIONISTA

Offerte speciali per operatori professionisti

pro-level-(1).png
INIZIA ORA

LE PRIME 70 OPERAZIONI DEL NOSTRO COMMERCIANTE

  • - Melissa Sekibo, 35

    location_on Cape Town, South Africa
    format_quote Ho iniziato ad operare senza alcuna esperienza. In un primo momento è stato difficile, ma con l'aiuto del mio account manager 70trades, sono stato in grado di ottenere profitti importanti in maniera molto rapida. Il commercio di valute non è mai stato così facile.
    first 70 trades
    $ MIGLIOR PROFITTO
    $ PROFITTO TOTALE
  • - Jessica Williams , 43

    location_on Perth, Australia
    format_quote Il mio consulente in materia di investimenti mi ha consigliato di non scoraggiarmi appena ho iniziato. Non ho guadagnato un sacco di soldi finché non ho acquisito una certa esperienza, ma sono molto contento di aver continuato con questo tipo di commercio.
    first 70 trades
    $ MIGLIOR PROFITTO
    $ PROFITTO TOTALE
  • - Rajeev Ganesh, 35

    location_on Bangalore, India
    format_quote È una bella sensazione vedere i propri guadagni aumentare di mese in mese. Più conosco, più acquisisco sicurezza, più guadagno. Non c'è niente di meglio che veder crescere il proprio conto in banca. Devi solo dargli un po' di tempo.
    first 70 trades
    $ MIGLIOR PROFITTO
    $ PROFITTO TOTALE
  • - Carlos Santos, 36

    location_on Rio de Janeiro, Brazil
    format_quote Con l'app mobile 70trades mi è possibile lavorare e guadagnare ovunque desideri. Una volta ho anche guadagnato 608 dollari in 5 minuti, con il commercio del petrolio. Questo spiega quanto possa essere facile questo tipo di commercio.
    first 70 trades
    $ MIGLIOR PROFITTO
    $ PROFITTO TOTALE
  • - Gan Chaiprasit, 46

    location_on Hat Yai, Thailand
    format_quote Sono rimasto sorpreso da quanto sia riuscito a guadagnare sin da subito con il commercio online. Ho mantenuto la maggior parte dei miei profitti sul mio conto commerciale, il che mi ha aiutato ad aumentare i miei profitti nel corso del tempo. Dopo 70 operazioni, i risultati sono stati molto notevoli.
    first 70 trades
    $ MIGLIOR PROFITTO
    $ PROFITTO TOTALE
3DS VISA VISA ELECTRON MasterCard MasterCardSecureCode Maestro Skrill Neteller Eco Payz Yuupay